Questo ammasso galattico contiene più di 1000 galassie e la sua distanza media si aggira sui 321 milioni di anni luce. Assieme all’Ammasso del Leone (Abell 1367), è uno dei due ammassi più grandi appartenenti al Superammasso della Chioma.

Le sue 10 galassie a spirale più brillanti hanno magnitudini apparenti tra 12 e 14 e sono osservabili con telescopi amatoriali di diametro superiore a 20 cm. La regione centrale è dominata da due galassie ellittiche supergiganti: NGC 4874 e NGC 4889. L’ammasso si trova a pochi gradi dal polo nord galattico. La maggior parte delle galassie nella porzione dell’ammasso sono ellittiche. Ci sono anche parecchie galassie ellittiche nane.

Nel 1933 Fritz Zwicky mostrò che le galassie dell’ammasso della Chioma si muovevano troppo velocemente per la quantità di materia visibile, e questo portò a ritenere che circa il 90% della massa dell’Ammasso della Chioma fosse composto da materia oscura.

DATI TECNICI

Data: 17 marzo 2020
Luogo: Sciolze (TO)

Telescopio: Skywatcher Newton 200 f/4
Montatura: Skywatcher NEQ6 Pro modificata Geoptik
Camera: Canon EOS 1100D full spectrum + correttore di coma Baader MPCC + filtro Optolong L-Pro

Esposizioni: 50 x 300 s 800 ISO, 10 dark, 49 flat, 25 bias

Elaborazione: Pixinsight

New photo by La Vagabonda Celeste / Google Photos