Skip to main content

LE MIE ASTROFOTO

I MIEI VIDEO

Nuovo Orione e Le Stelle – Astronomianews

M 31 – Galassia di Andromeda

M 31 è una galassia a spirale simile alla nostra Via Lattea, la nostra galassia, ma ad una distanza di poco più di 2,5 milioni di anni luce, e contiene tra 200 e 300 miliardi di stelle; é la più lontana galassia visibile ad occhio nudo. É visibile sotto un cielo buio come una macchia sfocata leggermente più chiara del fondo cielo, e attraverso un telescopio con un diametro minimo di 20 cm inizia a mostrare le sue bande scure, formate da dense nebulose di gas (essenzialmente idrogeno) e polveri in cui si stanno formando nuove stelle. M 31 ha due galassie satelliti, e cioè le due galassie ellittiche M 32 e M 110: M 32 è più piccola ma più contrastata rispetto al fondo cielo, mentre M 110 è leggermente più grande ma più difficile da osservare perchè più debole. Sia M 32 sia M 110 sono osservabili attraverso un telescopio newtoniano da 20 cm di apertura. A causa della reciproca attrazione gravitazionale, tra qualche miliardo di anni la galassia di Andromeda si scontrerà con la Via Lattea, e probabilmente dalla loro fusione nascerà un’unica, gigantesca galassia ellittica.

DATI TECNICI

Data: 25 ottobre 2019
Luogo: Sciolze (TO)

Telescopio: Skywatcher rifrattore semi-apo ED 80/600
Montatura: Skywatcher NEQ6 Pro modificata Geoptik
Camera di ripresa: Canon EOS 1100D modificata full spectrum + filtro optolong L-Pro clip
Autoguida: Tecnosky Sharp Guide 50 V2 + QHY5-L II mono + PHD2 Guiding 2.6.4

Esposizioni: 35 x 300 s, 23 x 30 s; 25 bias, 25 dark, 41 flat; 7 dark 30s

Elaborazione: Pixinsight, GIMP

Quale versione vi piace di più?

IC 59 e IC 63 – I Fantasmini di Cassiopea

IC 59 e IC 63 sono due nebulose la cui forma vagamente arcuata ricorda quella di un fantasma, e per questo loro caratteristico aspetto sono note anche come i Fantasmini. Si trovano nelle immediate vicinanze della stella Gamma Cassiopeiae, la stella centrale della costellazione di Cassiopea. Sono una combinazione di nebulose a riflessione (bluastre) e emissione (rossastre), e la loro distanza è pari a circa 600 ani luce.

DATI TECNICI

Data: 6 ottobre 2019
Luogo: Sciolze (TO)

Telescopio: Skywatcher Newton 200 f/4
Montatura: Skywatcher NEQ6 Pro modificata Geoptik
Camera di ripresa: Canon EOS 1100D modificata full spectrum + correttore di coma Skywatcher + filtro optolong L-Pro clip
Autoguida: Tecnosky Sharp Guide 50 V2 + QHY5-L II mono + PHD2 Guiding 2.6.4

Esposizioni: 50 x 300 s 800 ISO, 10 dark, 41 flat, 25 bias

Elaborazione: Pixinsight, GIMP