Skip to main content

LE MIE ASTROFOTO

I MIEI VIDEO

Nuovo Orione e Le Stelle – Astronomianews

Pacman Nebula NGC 281 – Nebulosa diffusa in Cassiopea

NGc 281 è una regione HII, chiamata “Pacman” per la sua caratteristica forma che ricorda un pò quella del protagonista di un noto videogame. Venne scoperta nel 1883 da E. E. Barnard. Distante circa 10000 anni luce, è una attiva regione di formazione stellare. La sua struttura è caratterizzata da nebulose oscure e piccole zone più dense, note come globuli di Bok, in cui nuove stelle si stanno aggregando a partire dal collasso gravitazionale delle parti più dense della nebulosa.

DATI TECNICI

Data: 31 agosto 2019
Luogo: Sant’Anna di Vinadio (CN)

Telescopio: Skywatcher Newton 200 f/5
Montatura: Skywatcher NEQ6 Pro modificata Geoptik
Camera di ripresa: Canon EOS 1100D modificata full spectrum + correttore di coma Baader MPCC III + filtro optolong L-Pro clip
Autoguida: Tecnosky Sharp Guide 50 V2 + QHY5-L II mono + PHD2 Guiding 2.6.4

Esposizioni: 33 x 300 s 800 ISO, 11 dark, 41 flat, 25 bias

Elaborazione: Pixinsight, GIMP

Un esperimento en-passant con CCD e filtri a banda stretta sulla Crescent Nebula

Durante una recente vacanza in Valle d’Aosta mi sono lanciata in un esperimento astrofotografico con camera CCD e filtri in banda stretta (Halfa, OIII, SII): ovviamente non si tratta della mia nuova strumentazione, ma di quella presente all’hotel Les Rochers di Valtournenche. Vi domanderete ma cosa ci fa un telescopio in un hotel? La risposta è semplice: Simon, il gestore dell’albergo, un simpatico signore di origine britannica, è appassionato di astronomia! Dietro l’hotel, in uno spiazzo con il tipico prato all’inglese (è proprio il caso di dirlo) Simon si è autocostruito un piccolo osservatorio, che ospita un bel Newton Skywatcher 250 f/4 in fibra di carbonio; sono inoltre presenti un Dobson goto da 40 cm di apertura e un Orion ED 80 destinato alle osservazioni solari.

Sapendo che con la Luna piena si può tentare qualche astrofoto con i filtri a banda stretta, in sede di prenotazione ho fatto questa richiesta, curiosa come ero di provare una strumentazione diversa dalla mia solita. Con Simon ci siamo accordati per fare un bel pò di riprese sulla Crescent Nebula, che abbiamo portato avanti per ben tre giorni sfidando l’umidità e le velature. E questo è quello che è uscito:

DATI TECNICI

Crescent Nebula NGC 6888 – Resto di supernova nel Cigno

Data: 13 – 14 – 15 agosto 2019
Luogo: Valtournenche (AO) presso Hotel Les Rochers

Telescopio: Skywatcher Newton 250 f/3,9
Montatura: Mesu Optics Mesu 200
Camera di ripresa: ATIK 383L monocromatica + filtri Ha – OIII – SII
Autoguida: Orion 80ED + Moravian G0-0300 + Phd2 Guiding
Esposizioni: Ha 9 x 600 s, OIII 9 x 600 s, SII 9 x 600 s

Elaborazione: Pixinsight, Photoshop (ho seguito questo tutorial https://www.tommasorubechi.it/2018/10/07/combinazione-in-hubble-palette-e-cfht-palette/, in pratica ho prodotto una versione per entrambe le palette di elaborazione e poi le ho messe insieme facendone la media)

Per essere il primo esperimento di elaborazione di un’immagine ripresa attraverso una camera CCD, e viste le condizioni sfavorevoli (umidità, velature, Luna Piena) sono pienamente soddisfatta 🙂

Nebulosa Trifida M 20 – Nebulosa a emissione / riflessione nel Sagittario

M 20, nota anche come Nebulosa Trifida, è una nebulosa a emissione (la parte rossa) vicina ad una nebulosa a riflessione (la parte blu) e separata da questa da una nebulosa oscura che ricorda un pò i filamenti di una ragnatela, distante circa 5200 anni luce dalla Terra. La nebulosa oscura divide la nebulosa a emissione in tre lobi, da qui il nome Trifida. Il suo diametro apparente è pari a quello della Luna piena, mentre quello reale si aggira sui 21 anni luce. M 20 è una delle nebulose a emissione più giovani, perchè ha un’età stimata di appena 300000 anni!

M 20 venne scoperta da Le Gentil prima del 1750, e poi aggiunta da Messier nel 1764 nel suo catalogo di oggetti deep-sky.

Una curiosità: alcune immagini della Trifida compaiono anche in diversi episodi delle serie tv di Star Trek!

Ho ripreso questa nebulosa durante il campo estivo a Viola (CN) dei Celestia Taurinorum, il mio gruppo astrofili: la ripresa è stata particolarmente tormentata, sia per problemi al pc portatile, sia per problemi dell’autoguida, sia per disavventure varie legate al raggiungimento del luogo di osservazione: purtroppo, delle 9 riprese effettuate, se ne sono salvate solo 5. Considerato ciò, mi ritengo comunque soddisfatta!

DATI TECNICI

Data: 3 agosto 2019
Luogo: Viola (CN)

Telescopio: Skywatcher Newton 200 f/5
Montatura: Skywatcher NEQ6 Pro modificata Geoptik
Camera di ripresa: Canon EOS 1100D modificata full spectrum + correttore di coma Baader MPCC III + filtro optolong L-Pro clip
Autoguida: Tecnosky Sharp Guide 50 V2 + QHY5-L II mono + PHD2 Guiding 2.6.4

Esposizioni: 5 x 300 s 800 ISO, 5 dark, 25 flat, 25 bias

Elaborazione: Pixinsight, GIMP