Spulciando nei miei archivi informatici, ho ritrovato questa immagine di qualche tempo fa: un confronto fra una “super Luna” e una Luna normale!

Con l’espressione “super Luna” si indica una Luna piena che avviene al perigeo, cioè quando essa si trova alla minima distanza dalla Terra. Se la Luna percorresse un’orbita perfettamente circolare attorno alla Terra, la sua distanza dal nostro pianeta sarebbe costante; ne consegue che anche il diametro apparente della Luna sarebbe lo stesso, e quindi noi vedremmo la Luna sempre grande uguale.

Poiché in realtà la Luna in un mese non percorre un’orbita circolare ma ellittica, essa, nell’arco di un mese, non si troverà sempre alla stessa distanza dalla Terra, ma ad una distanza variabile tra un valore minimo, il perigeo, a circa 356410 km, ed un valore massimo, l’apogeo, a circa 406740 km. Come conseguenza della forma ellittica dell’orbita lunare, il diametro apparente della Luna che osserviamo dalla Terra non sarà sempre il medesimo: all’apogeo la Luna ci apparirà leggermente più
piccola rispetto a quando si trova al perigeo.

Dividendo la differenza tra i diametri apparenti della Luna al perigeo e all’apogeo per il diametro al perigeo e moltiplicando per 100, si può vedere come la Luna al perigeo appaia all’incirca del 12% più grande della Luna all’apogeo: [(33,89−29,87)/ 3389] x 100 = 12%

Ad occhio nudo è difficile cogliere la differenza tra le dimensioni apparenti della Luna al perigeo e all’apogeo, ma in questo caso ci viene in aiuto la fotografia, perché basta confrontare due scatti della Luna ripresi in corrispondenza di questi due momenti, come si può vedere nell’immagine sotto.

Panasonic Lumix DMC-FZ200 con zoom 24X. 100 ISO, f/5,6.

Luna al perigeo: 19 febbraio 2019 ore 23.22, esposizione 1/125 s

Luna in apogeo: 14 settembre 2019 ore 23.25, esposizione 1/250 s