Skip to main content

LE MIE ASTROFOTO

I MIEI VIDEO

Nuovo Orione e Le Stelle – Astronomianews

Anello di Barnard in Orione

anello_barnard_2019010405-copia

L’Anello di Barnard è una nebulosa ad emissione originata dall’esplosione di una supernova avvenuta circa 2 milioni di anni fa. Fu scoperto nel 1895 dall’astronomo E. E. Barnard acquisendo diverse serie di pose lunghe della costellazione di Orione, e si presenta come un grande arco centrato sulla nebulosa di Orione (M 42), la macchia rosata visibile nella foto in basso attorno al centro della Spada. La distanza è stimata tra 518 a. l. e 1434 a. l., corrispondenti a dimensioni effettive comprese tra 100 e 300 a. l.

Ho ripreso questa nebulosa in due notti; purtroppo il tempo di integrazione avrebbe dovuto essere maggiore, ma numerose e spesse velature della prima sera, il forte vento della seconda sera e la mancanza del filtro anti inquinamento luminoso mi hanno costretto a scartare diverse pose. E a causa del vento e di un non perfetto allineamento al polo dell’astroinseguitore si nota anche che diverse stelle sono un pò allungate: in effetti si trattava dell’inaugurazione ufficiale del mio nuovo giocattolino astronomico, e cioè proprio dell’astroinseguitore, con cui devo familiarizzare ancora un pò; considero comunque il test pienamente superato, e cercherò di ripeterlo non appena possibile.

DATI TECNICI

Data di ripresa: 4 – 5 gennaio 2019
Luogo di ripresa: Saint Barthelemy (AO)

Montatura: astroinseguitore IOptron Skytracker + treppiede RPOtix Red Pod
Camera di ripresa: Canon EOS 1100D modificata full spectrum
Obiettivo: Canon 50 mm f/1,8 aperto a f/1,8

Esposizioni: 28 x 360 s 800 ISO
Elaborazione: Pixinsight, GIMP

NGC 2359 Nebulosa Elmo di Thor nel Cane Maggiore

Nebulosa_Elmo_thor_20190103-copia

La Nebulosa Elmo di Thor prende il suo nome da Thor, divinità nordica che indossava un elmo con due corni ai lati: e in effetti la caratteristica forma di questa nebulosa lo ricorda! La nebulosa si estende per circa circa 30 anni luce, ed è lontana circa 12000 anni luce. Si tratta di una nebulosa ad emissione prodotta dal vento stellare di una stella Wolf-Rayet, un tipo di stella di grande massa in procinto di esplodere come supernova.

DATI TECNICI

Data di ripresa: 3 gennaio 2019
Luogo di ripresa: Saint Barthelemy (AO)

Telescopio: Skywatcher Newton 200 f/5
Montatura: Skywatcher NEQ6 Pro modificata Geoptik
Camera di ripresa: Canon EOS 1100D modificata full spectrum + correttore di coma Baader MPCC III + filtro Optolong L-Pro
Autoguida: Tecnosky Sharp Guide 50 V2 + QHY5-L II mono + PHD2 Guiding 2.6.4

Esposizioni: 2 x 300 s 800 ISO, 42 x 360 s 800 ISO; 25 dark, 41 flat, 51 bias

Elaborazione: Pixinsight, GIMP

IC 443 Nebulosa Medusa nei Gemelli

Jellyfish_Nebula_20181231_2-copia

La Nebulosa Medusa è un resto di supernova a circa 5000 a. l. dalla Terra: si ritiene che l’esplosione che l’ha originata sia avvenuta 30000 anni fa. È chiamata così per via del suo aspetto molto somigliante ad una medusa.

DATI TECNICI

Data di ripresa: 31 dicembre 2018
Luogo di ripresa: Sciolze (TO)

Telescopio: Skywatcher Newton 200 f/5
Montatura: Skywatcher NEQ6 Pro modificata Geoptik
Camera di ripresa: Canon EOS 1100D modificata full spectrum + correttore di coma Baader MPCC III + filtro Optolong L-Pro
Autoguida: Tecnosky Sharp Guide 50 V2 + QHY5-L II mono + PHD2 Guiding 2.6.4

Esposizioni: 74 x 300 s 800 ISO; 30 dark, 40 flat, 50 bias

Elaborazione: Pixinsight, GIMP

 

NGC 2244 Nebulosa Rosetta nell’Unicorno

Nebulosa_Rosetta_20181230-copia

La Nebulosa Rosetta è una nebulosa ad emissione osservabile nella direzione della costellazione dell’Unicorno, distante circa 5000 a. l. dalla Terra. Il suo nome deriva dalla caratteristica forma che ricorda un pò la corolla di un fiore. Al suo centro si trova l’ammasso aperto NGC 2244. Ammasso aperto e nebulosa fanno parte di una più vasta regione di idrogeno molecolare (H II), che è di colore rossastro: questo avviene perchè la radiazione ultravioletta delle stelle dell’ammasso eccita gli atomi di idrogeno della nebulosa portandoli ad emettere luce rossa. Il diametro reale della nebulosa Rosetta, sui 100 a. l., corrisponde a un diametro apparente pari grossomodo a quello di tre Lune piene.

DATI TECNICI

Data di ripresa: 30 dicembre 2018
Luogo di ripresa: Sciolze (TO)

Telescopio: Skywatcher Newton 200 f/5
Montatura: Skywatcher NEQ6 Pro modificata Geoptik
Camera di ripresa: Canon EOS 1100D modificata full spectrum + correttore di coma Baader MPCC III + filtro Optolong L-Pro
Autoguida: Tecnosky Sharp Guide 50 V2 + QHY5-L II mono + PHD2 Guiding 2.6.4

Esposizioni: 44 x 300 s 800 ISO (integrazione circa 3,7 ore); 25 dark, 51 flat, 52 bias

Elaborazione: Pixinsight, GIMP

B 33 Nebulosa Testa di Cavallo e Nebulosa Fiamma – Nebulose galattiche in Orione

Testa_Cavallo_20181204

Data di ripresa: 4 dicembre 2018
Luogo di ripresa: Sciolze (TO)

Telescopio: Skywatcher Newton 200 f/5
Montatura: Skywatcher NEQ6 Pro modificata Geoptik
Camera di ripresa: Canon EOS 1100D modificata + correttore di coma Baader MPCC III + filtro Optolong L-Pro
Autoguida: Tecnosky Sharp Guide 50 V2 + QHY5-L II mono + PHD2 Guiding 2.6.4

Esposizioni: 50 x 5 min 800 ISO, 25 dark, 42 flat, 104 bias

Elaborazione: Pixinsight

NGC 2264 e Nebulosa Cono – Ammasso aperto e nebulosa nell’Unicorno

Cone_Nebula_20181210

Data di ripresa: 10 dicembre 2018
Luogo di ripresa: Sciolze (TO)

Telescopio: Skywatcher Newton 200 f/5
Montatura: Skywatcher NEQ6 Pro modificata Geoptik
Camera di ripresa: Canon EOS 1100D modificata + correttore di coma Baader MPCC III + filtro Optolong L-Pro
Autoguida: Tecnosky Sharp Guide 50 V2 + QHY5-L II mono + PHD2 Guiding 2.6.4

Esposizioni: 50 x 5 min 800 ISO, 25 dark, 44 flat, 51 bias

Elaborazione: Pixinsight

M 42 Nebulosa di Orione

M_42

Data di ripresa: 11 dicembre 2018
Luogo di ripresa: Sciolze (TO)

Telescopio: Skywatcher Newton 200 f/5
Montatura: Skywatcher NEQ6 Pro modificata Geoptik
Camera di ripresa: Canon EOS 1100D modificata + correttore di coma Baader MPCC III + filtro Optolong L-Pro
Autoguida: Tecnosky Sharp Guide 50 V2 + QHY5-L II mono + PHD2 Guiding 2.6.4

Esposizioni: 1 x 60 s 800 ISO, 1 x 10 s 800 ISO, 5 x 30 s 800 ISO (integrazione 3,7 minuti), 3 dark

Elaborazione: Pixinsight

Oltre alla luminosa Nebulosa di Orione, sulla sinistra si intravede anche la Running Man Nebula (nota anche come Sh2-279), una regione HII che include una nebulosa a riflessione. È nota con questo nome perchè ricorda un pò un uomo che corre.

Purtroppo, a causa di un problema che mi ha bloccato il pc e il sistema di guida in fase di acquisizione immagini, e di cui non sono riuscita a capire le cause, mi sono giocata le 40 pose più lunghe da 5 minuti che mi avrebbero permesso di evidenziare anche le zone più deboli delle due nebulose.

M 1 Crab Nebula – Resto di supernova nel Toro

Crab_Nebula_20181204-copia

Data di ripresa: 4 dicembre 2018
Luogo di ripresa: Sciolze (TO)

Telescopio: Skywatcher Newton 200 f/5
Montatura: Skywatcher NEQ6 Pro modificata Geoptik
Camera di ripresa: Canon EOS 1100D modificata + correttore di coma Baader MPCC III + filtro Optolong L-Pro
Autoguida: Tecnosky Sharp Guide 50 V2 + QHY5-L II mono + PHD2 Guiding 2.6.4

Esposizioni: 42 x 5 min 800 ISO, 25 dark, 43 flat, 104 bias

Elaborazione: Pixinsight, GIMP

Ritaglio di un’immagine più ampia centrato sulla nebulosa: la focale del Newton 200 / 1000 è troppo corta per questo tipo di oggetti, bisognerebbe andare sull’RC… e inoltre devo aver fatto qualche pasticcio durante l’elaborazione con Pixinsight, se osservate bene l’immagine ci sono diversi gradienti che non sono riuscita a togliere per bene.

M 16 nebulosa diffusa nell’Aquila “I pilastri della creazione”

m_16_20180907

Data di ripresa: 8 settembre 2018
Luogo di ripresa: Saint Barthelemy (AO)

Telescopio: Skywatcher Newton 200 f/5
Montatura: Skywatcher NEQ6 Pro modificata Geoptik
Camera di ripresa: Canon EOS 1100D modificata full spectrum + correttore di coma Baader MPCC III + filtro Optolong L-Pro
Autoguida: Tecnosky Sharp Guide 50 V2 + QHY5-L II mono + PHD2 Guiding 2.6.4

Esposizioni: 10 x 300 s 800 ISO, 10 dark, 30 flat, 25 bias

Elaborazione: Pixinsight, Photoshop

M 45 Pleadi – Ammasso aperto nel Toro

m_45_20180829

Data di ripresa: 29 agosto 2018
Luogo di ripresa: Sciolze (TO)

Telescopio: Skywatcher Newton 200 f/5
Montatura: Skywatcher NEQ6 Pro modificata Geoptik
Camera di ripresa: Canon EOS 1100 modificata full spectrum + correttore di coma Baader Planetarium MPCC Mark III + filtro Optolong L-Pro
Autoguida: Tecnosky Sharp Guide 50 V2 + QHY5-L II mono + PHD2 Guiding 2.6.4

Esposizioni:
36 immagini da 5 min 800 ISO
51 dark
51 flat
251 bias

Elaborazione: Pixinsight, Photoshop