[Mappe realizzate con Skychart]

Ecco a voi un altro gruppo di galassie, sempre all’interno della costellazione del Leone, sotto la sua pancia: stavolta si tratta di M 95, M 96, M 105, NGC 3389 e NGC 3373, tutte appartenenti al gruppo Leo I. Alcune di queste galassie vennero scoperte da Pierre Mechain, collaboratore del più celebre Charles Messier, nel 1781.

Le loro distanze sono comprese tra 33 milioni di anni luce di M 95 e M 96 e i 36 milioni di anni luce di M 105.

Visualmente un telescopio newtoniano da 20 cm di apertura permette di scorgere M 95, M 96 e M 105, a patto però di disporre di un cielo molto buio e limpido: a differenza del Tripletto del Leone, le galassie di questo gruppo hanno una luminosità superficiale più bassa. Per riconoscere anche le più deboli NGC 3389 e NGC 3373 occorre un telescopio di almeno 30 cm di apertura. M 95 e M 96 mostrano chiaramente la caratteristica struttura a spirale, NGC 3373 è una spirale vista quasi di taglio, mentre le altre galassie sono ellittiche.

DATI TECNICI

M 95, M 96, M 105, NGC 3384    35 miluonial, NGC 3389 Galassie nel Leone

Data: 25 febbraio 2019
Luogo: Sciolze (TO)

Telescopio: Skywatcher rifrattore semi-apocromatico ED 80/600
Montatura: Skywatcher NEQ6 Pro modificata Geoptik
Camera di ripresa: Canon EOS 1100D modificata full spectrum + filtro Optolong clip L-Pro
Autoguida: Tecnosky Sharp Guide 50 V2 + QHY5-L II mono + PHD2 Guiding 2.6.4

Esposizioni: 50 x 300 s 800 ISO; 25 dark, 51 flat, 51 bias

Elaborazione: Pixinsight, GIMP